Followers

Il mio dado fatto in casa



Tempo fa curiosando in rete ho trovato il dado vegetale di Ravanello Curioso. Dato che da un po' di tempo ho scoperto che il dado confezionato mi provoca vari disturbi e fastidi, che non sto a raccontarvi, ho provato ad eliminarlo dalla mia cucina, lasciando fuori anche tutti gli insaporitori contenenti glutammato (spesso si trova anche negli insaporitori per arrosti o pesce). Bene, non ci crederete, ma è subito andata meglio. E vi dirò di più...durante la mia ricerca dell'ingrediente sbagliato non sapevo più cosa eliminare, e alla fine il consiglio l'ho avuto durante la notte, sognando "me stessa che diceva a me stessa" che il problema era il glutammato dei dadi! (eh, uno sdoppiamento degno di un bravo medico). Beh, il sogno mi ha fatto sorridere, ma ho voluto ascoltarlo, anche perché in effetti i miei disturbi aumentavano durante la stagione delle zuppe, in cui il consumo di dadi aumentava nettamente.

Per farla breve, ho provato a fare il dado in casa, scoprendo un prodotto buonissimo, per niente unto, e ideale per zuppe, arrosti e pietanze varie. In più è sano e lo si può personalizzare a piacere. Vale la pena provare!


Vi lascio la mia ricetta, ma consiglio ad ognuno di personalizzarla secondo i propri gusti. Mantenete una salagione del 10-20% del peso totale e sarete sicuri che il vostro dado si conserverà bene e a lungo in un barattolo di vetro. Consiglio di usare solo prodotti bio.

Ingredienti

5-6 Carote
2 gambi di sedano
1 Cipolla
1 porro
2 rametti di rosmarino
Basilico  (dosi a piacere, io ne metto tanto, una ventina di foglie)
Un rametto di timo
Qualche rametto di maggiorana
Un piccolo rametto di aneto
2 foglie di salvia
1 foglia di alloro
un mazzetto di prezzemolo
un mazzetto di erba cipollina
1 Kg di sale grosso
Un piccolo pezzo di citronella (mezzo cm)

Procedimento

 Lavare e asciugare tutte le erbe aromatiche. Lavare le verdure e sbucciarle.
Frullare al mixer insieme al sale grosso, che aggiungerete in proporzione al peso delle vostre verdure e erbe.
Frullare fino ad ottenere un composto fine e compatto, quindi versarlo in un colino a maglie fitte e lasciare scolare fino a che smetterà di fare acqua (non buttate l’acqua, è molto aromatica e la potete usare in qualche minestra).
Una volta ben scolato, riporre il composto in barattoli di vetro sterilizzati (ricordatevi di sterilizzare anche i coperchi), chiudete e conservate in dispensa (anche fino a 6 mesi). Una volta aperto si conserva in frigo.




3 commenti:

  1. davvero un'ottima idea!!!!!

    RispondiElimina
  2. è da un po' che voglio farlo però volevo usare l'essicatore prima di tritare le verdure.......sono in dubbio; più semplice la tua versione;-)

    RispondiElimina
  3. bravissima, segno la ricetta così lo provo anche io, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...