Followers

Brutti ma buoni


Le nocciole del Piemonte sono l'ingrediente che fa la differenza. Ecco, in poche parole il segreto di questa ricetta, che non è la stessa con nocciole qualsiasi. Qualche settimana fa sono stata a Torino e ho fatto una piccola scorta di nocciole del Piemonte per le mie torte. Ma questa non è una torta, penserete voi. Infatti, la tentazione è stata così forte che un pacchetto di nocciole è andato via per questi magnifici dolcetti della tradizione piemontese: i brutti e buoni, o anche brutti ma buoni (o anche detti brut e bun). Sono semplici e veloci, ottimi se dovete smaltire degli albumi.

Ingredienti

150 g di nocciole del Piemonte (tostate e senza pelle)
150 g di zucchero
50 g di albume
mezzo baccello di vaniglia

Procedimento

Tritate le nocciole insieme allo zucchero, senza fare una farina troppo fine, anzi, se qualcuna resta intera ancora meglio.

Montate gli albumi a neve fermissima, quindi unite poco a poco le nocciole tritate, cercando di non sgonfiare il composto.

Versare il tutto in una pentola dal fondo spesso, e scaldare a fuoco basso mescolando con una spatola.

Quando il composto avrà assunto un colore ambrato lucido, ritiratelo dal fuoco, e lasciate riposare qualche minuto.

Prelevate piccole porzioni con un cucchiaino (io ho usato il cucchiaio e infatti i miei sono un po' grandi), e disponeteli sulla placca del forno coperta di carta forno, ben distanziati tra loro.

Cuocete in forno preriscaldato a 165° per circa 15 minuti, finché saranno asciutti e leggeri. Tenete d'occhio la cottura, perché la mia seconda infornata non è riuscita bene, il forno era troppo caldo e ha sgonfiato e appiattito i miei dolcetti (che però erano comunque buoni, ma meno leggeri).





4 commenti:

  1. SONO BUONISSIMI E i tuoi non sono per niente brutti...bravissima!

    RispondiElimina
  2. sicuramente buoni...da provare

    RispondiElimina
  3. Da buona piemontese non posso che amare questi biscotti! Grazie per averceli proposti, davvero un buon lavoro!!

    RispondiElimina
  4. sai che non li ho ancora mai preparati, prendo spunto dalla tua ricetta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...